Edoardo Vignali
Imparare a leggere i Condensatori
Tutorials -
Venerdì 24 Settembre 2010 10:44
Scritto da Edoardo Vignali

Nell'elettronica si utilizzano vari tipi di condensatori: Ceramici, Poliestere, Multistrato, al Tantalio ecc ecc, ma in generale quelli al tantalio a causa del costo non vengono molto utilizzati in ambito hobbystico. In questo articolo vi spiegherò a grandi linee gli aspetti caratteristici per ogni tipo e soprattutto come si ricava il valore della capacità dai numeri che ci sono stampati sopra.

La formula generale che ci permette di calcolare la capacità di un condensatore è quella riportata in figura:

Formula condensatori


ε rappresenta la costante dielettrica, S rappresenta la superficie delle facce del condensatore e d è la distanza tra esse. Dato che in elettronica si tende sempre a miniaturizzare i componenti, non possiamo giocare troppo sulle variabili S e d perchè aumenterebbe il volume del nostro condensatore, quindi faremo variare il materiale di cui è costituito il dielettrico e quindi ε.

Condensatori Ceramici

ceramici

I condensatori ceramici sono costituiti da strati alternati di materiale conduttore e strati di materiale ceramico che funge da dielettrico. Questi condensatori sono nati più o meno con l'elettronica, sono stati largamente utilizzati nei circuiti di condizionamento delle valvole (1930 in poi) e nei circuiti di polarizzazione dei primi transistor (1950 in poi) e tutt'oggi vengono utilizzati in molti ambiti.

Il condensatore ceramico ha una capacità che varia da un minimo di 1pF(1x10^-12) a un massimo di 470nF (470x10^-9), quelli a bassa costante dielettrica hanno una dispersione del valore della capacità molto bassa, quindi sono molto stabili e vengono utilizzati per circuiti oscillanti di precisione. Ne esistono di varie forme, ma quelli più noti sono senza dubbio quelli a disco.

Sulla superficie troverete un numerino di 2 o di 3 cifre. Nel caso in cui si trovino 2 cifre, allora quello è il valore espresso in pF (pico farad 10^-12). Nel caso in cui si trovino 3 cifre il discorso cambia, le prime 2 cifre rappresenteranno il valore del condensatore, mentre la terza cifra rappresenterà la potenza di 10 da moltiplicare per 10^-12 per trovare il valore effettivo del condensatore.

Mi spiego meglio con un esempio:

103 = 10x10^3x10^-12 = 10n

222 = 22x10^2x10^-12 = 2n2 (dove la lettera in mezzo a 2 cifre indica la virgola oltre che all'ordine di grandezza.)

Aiutatevi con la seguente tabella:

Tab cond

Nella colonna picofarad si trova il valore espresso in picofarad del condensatore, nelle colonne A e B si trovano i valori che potrebbero essere stampati sul corpo del condensatore a seconda della casa produttrice. La lettera in mezzo ai numeri, oltre che ha indicare l'ordine di grandezza dei nanofarad, indica una virgola (notazione giapponese).

Condensatori al Poliestere

poliestere

Sono un particolare tipo di condensatori a film plastico in cui le armature metalliche vengono depositate direttamente sul film per vaporizzazione sottovuoto.

Tabella poliestere

Il valore di questi condensatori si trova sul case, nella prima colonna della tabella si trova il valore in picofarad, nelle altre colonne il valore che potrebbe essere stampato sul case a seconda della casa produttrice. I valore tipo K-J-M indicano la tolleranza e si trovano stampati accanto al valore.

Condensatori Elettrolitici

Condensatori Elettrolitici

I condensatori elettrolitici sono i più diffusi nell'ambito dell'alimentazione e della riduzione del ripple. Questo particolare tipo di condensatori è costituito da due lamine di materiale conduttore tra cui risiede un sottile strato di ossido che si ottiene mediante un processo elettrolitico (da cui deriva il nome dei condensatori :D). Queste lamine vengono avvolte cilindricamente e racchiuse da un case di alluminio.

La particolarità di questi condensatori è che sono polarizzati, quindi devono avere sempre un terminale a potenziale maggiore rispetto all'altro altrimenti potrebbero esplodere. Questo tipo di condensatore però raggiunge capacità nell'ordine di qualche farad, ma avendo un sottile strato a separare le armature non è indicato per le alte tensioni (nell'ordine dei Kv).

Leggere il valore di questi condensatori è molto semplice, si trova riportato sulla plastica che ricopre il case, molto spesso si trova scritto sulla linea bianca che indica il reoforo del - . Vicino al valore troviamo anche la tensione di lavoro.

Ecco un esempio per ciascun formato, a destra abbiamo un condensatore assiale, a sinistra un condensatore a montaggio verticale.

Cond Poli

 

Gioblu Robotics © 2010 - 2012 · Sitemap · privacy

gioscarab@gmail.com

Gioblu BOTServer è online dal 10 Aprile 2010 - 319.232 Visite - 1.027.175 Pagine visualizzate - 182.309 Visitatori unici - 536 utenti attivi