Manuel
Utilizzo dei MOSFET
Tutorials -
Sabato 02 Aprile 2011 19:12
Scritto da Manuel

Salve a tutti, in questo articolo cercherò di spiegarvi che cos’è un MOSFET e il suo utilizzo pratico, tralasciando le sue “noiose” caratteristiche fisico-elettroniche ( aimè sempre comunque importanti  ) dove dietro ci sono approfonditi studi a mio parere interessanti, ma che a noi alla fin fine per i nostri progetti servono ben poco. (Attenzione ho detto BEN POCO non A NIENTE perché sempre un po’ di teoria non fa mai male Wink).

MOSFET è l’acronimo di Metal-Oxide-Semiconductor Field-Effect Transistor cioè transistor a effetto di campo metallo-ossido-semiconduttore. Nella maggior parte dei casi a noi ci si presenta così:

 

MOSFET-17832

 

Mentre il suo simbolo circuitale che troviamo negli schemi elettrici è:

 

image109

 

Si utilizza principalmente per una gestione semplificata di carichi “maggiori” ad esempio: Motori, lampade ad incandescenza ecc.. ad alte frequenze e dove si ha un duty-cycle piuttosto lungo,per i quali Arduino, ma anche qualsiasi microcontrollore, non è in grado di gestire poiché ciascun pin di quest’ultimo,può essere usato per alimentare dei dispositivi con un consumo massimo di 20 mA x esempio Led. Quindi in poche parole si tratta di un vero e proprio “interruttore elettronico” capace di spengere o accendere qualsiasi dispositivo con un assorbimento di corrente abbastanza elevato per il nostro Arduino.

Come si può notare ha 3 piedini chiamati Drain,Gate e Source. Il MOSFET è uno speciale transistor che opera quando sul piedino Gate viene applicata una tensione e la corrente,che di conseguenza attraversa questo componente,fluisce attraverso un materiale di ossido di metallo semiconduttore tra i piedini Drain e Source. Dato che il Gate è isolato dal resto da questo strato di ossido di metallo, la corrente non passa da Arduino al MOSFET riducendo così il consumo di potenza.

Il crescente utilizzo di questo componente nell’elettronica digitale di adesso rispetto ad un altro tipo di transistor basato sul silicio, sta fondamentalmente proprio in questo: nel fatto che IDEALMENTE, quando è spento non permette alla corrente di scorrere, e ciò si traduce nella riduzione della potenza dissipata, di un considerevole risparmio energetico e una prevenzione sul problema del surriscaldamento dell’intero circuito.

Esistono varie tipologie di MOSFET vi elenco quelle più usate:

MOSFET a svuotamento, DMOS e MOSFET di potenza.

Un esempio semplice può essere questo dove si può utilizzare un MOSFET IRF520:

Come si può notare il motore lo alimento direttamente con i 9 V e mettendoci un diodo di protezione (1N4004 va più che bene per questo esempio) e lo gestisco con Arduino tramite il MOSFET.

mosfet

Il datasheet dell' IRF520 lo potete trovare in questa pagina:

http://www.datasheetcatalog.org/datasheet/fairchild/IRF520.pdf

Spero che anche questa volta sia stato chiaro! Un saluto a tutti. Franky89

 

Gioblu Robotics © 2010 - 2012 · Sitemap · privacy

gioscarab@gmail.com

Gioblu BOTServer è online dal 10 Aprile 2010 - 319.232 Visite - 1.027.175 Pagine visualizzate - 182.309 Visitatori unici - 536 utenti attivi